Estinzione anticipata del prestito: come funziona e quando conviene?

È possibile richiedere l’estinzione anticipata del prestito? Come funziona? Richiedere un prestito o una cessione del quinto dello stipendio è spesso l’unica soluzione quando vogliamo realizzare un progetto ma non abbiamo a disposizione la liquidità necessaria.

L’intermediario, dopo aver valutato attentamente l’istanza, richiederà il capitale di cui hai bisogno e la restituzione potrà avvenire in maniera rateale, in base a quanto stabilito contrattualmente.

Estinzione anticipata del prestito: cos’è? 

L’estinzione anticipata prestito consiste nel restituire alla banca o all’intermediario il capitale preso in prestito prima dell’estinzione del contratto. La somma da restituire è comprensiva del capitale residuo sommato agli interessi passivi maturati.

Si parla di estinzione parziale del prestito quando vogliamo rimborsare, oltre alla rata, anche una quota di capitale residuo. In questo modo non si deve modificare la durata del finanziamento stabilita dal contratto, ma si accorcerà la durata del prestito. 

Se il soggetto istante paga l’intero debito residuo si parla di estinzione totale del prestito. In ogni caso prima di estinguere il prestito è necessario valutare la situazione finanziaria e calcolare la quota che ci rimarrebbe da pagare alla banca. 

L’estinzione anticipata del prestito è vantaggiosa nel caso in cui ci si trovi all’inizio del prestito. Nel caso in cui si abbia finito di ripagare il debito potrebbe essere svantaggioso in quanto la banca richiederà il pagamento dei mancati interessi sotto forma di penale.

Come si calcola?

Per calcolare il costo dell’estinzione anticipata di un prestito è necessario sommare le seguenti voci: 

  • il capitale residuo;
  • gli interessi maturati fino a quel momento;
  • il pagamento dei diritti di estinzione.

Quando conviene? 

L’estinzione anticipata del prestito conviene richiederla subito fin dall’inizio, mentre alle ultime rate non c’è più nessuna convenienza. Dato che il rimborso delle rate di un prestito personale viene calcolato secondo l’ammortamento francese, i maggiori vantaggi economici si hanno se si effettua l’estinzione poco dopo l’apertura del finanziamento.  Per capire se conviene estinguere in anticipo il prestito è buon consiglio andare in banca o presso la società finanziaria e farsi dare il prospetto di rimborso del prestito. 

Si tratta di un foglio dove è indicata la storia del rimborso di tale finanziamento, dalla prima all’ultima rata rimborsata. È necessario fare attenzione alle penali di estinzione anticipata: si tratta di una percentuale che viene calcolata sul capitale residuo e che deve essere pagata all’intermediario per l’estinzione del prestito prima della scadenza.

Come richiederla?

È possibile chiedere l’estinzione anticipata del prestito inviando una comunicazione scritta alla tua banca o alla finanziaria. Basta indicare la tua volontà di chiudere il debito in tutto o in parte, il numero del finanziamento e la data in cui si intende concludere l’operazione.

L’intermediario è tenuto a consegnare un documento dal quale risulta l’estinzione anticipata.

Estinzione anticipata cessione del quinto: come si fa?

Non c’è distinzione su quale tipologia di finanziamento si possa estinguere: finanziamenti finalizzati e non finalizzati come prestiti personali e cessioni del quinto. È possibile richiedere l’estinzione anticipata della cessione del quinto sullo stipendio o sulla pensione.

In questo caso, la penale massima a cui si può andare incontro è del 1% del capitale residuo. In questo caso sono da considerare perse le spese sostenute per il bollo e per l’istruttoria. Si potrebbero recuperare le commissioni bancarie e la parte di assicurazione sulla vita se previsto dal contratto di cessione del quinto.

, ,

About Jacqueline Facconti

Laureata in Economia Aziendale e in Strategia, Management & Controllo con 110 e Lode presso l’Università di Pisa, redattrice e collaboratrice editoriale per vari blog e siti Economici e Business
View all posts by Jacqueline Facconti →