Cessione del quinto per insegnanti: come funziona e vantaggi

La è un modo facile e veloce per ottenere un prestito. Questa forma di finanziamento è pensata proprio per venire incontro alle esigenze di questa categoria lavorativa, che svolge sicuramente un professione gratificante e ricca di stimoli per moltissimi aspetti, ma che non gode certamente di buone retribuzioni nel nostro Paese.

Ad ogni modo, in questo articolo vedremo insieme che cos’è esattamente la cessione del quinto per insegnanti, i vantaggi, e come richiederla.

Cessione del quinto per insegnanti: che cos’è?

Come anticipato, la cessione del quinto per insegnanti è una forma di finanziamento comoda e piuttosto facile da ottenere, disciplinata dal “D.P.R. 180” del 1950. Il rimborso del capitale ottenuto con il prestito, avviene direttamente attraverso una trattenuta nella busta paga dell’insegnante. Inoltre la rata mensile non potrà avere un importo superiore appunto al quinto dello stipendio totale, ovvero al 20%.

La comodità di questa forma di prestito, risiede nel fatto che il contraente non dovrà nemmeno preoccuparsi di effettuare il pagamento della rata, perché l’importo verrà trattenuto in maniera automatica.

In altre forme di finanziamento invece, solitamente è il debitore stesso che dovrà effettuare mensilmente il pagamento delle rate previste dal piano di ammortamento, ad esempio con un bollettino o eventualmente autorizzando l’addebito diretto su conto corrente bancario.

Il secondo vantaggio principale consiste nei tempi molto rapidi di ottenimento del prestito. Questo è possibile grazie ad un convenzione tra il “Ministero dell’Economia e delle Finanze” e alcune società finanziarie e istituti di credito convenzionati.

Tra l’altro, come valore aggiunto alla cessione del quinto per insegnanti, troviamo il fatto che sono sufficienti anche pochi mesi di anzianità lavorativa per richiederla. In altre parole, in questo caso, i giovani docenti vengono paragonati ai colleghi più anziani, che magari hanno maturato molti più anni di attività.

Da sottolineare infine che gli importi ottenibili sono piuttosto elevati, e che le condizioni economiche sono agevolate. La cessione del quinto per insegnanti è richiedibile sia dai docenti che esercitano nelle scuole, che dal personale ATA, oltre a quello di segreteria. Le ultime due categorie di persone infatti, potranno accedere a questa forma di finanziamento con le medesime condizioni economiche degli insegnanti.

I vantaggi della cessione del quinto per insegnanti

I vantaggi della cessione del quinto per insegnanti sono numerosi e rappresentano un ulteriore incentivo per coloro che vogliono richiedere questa forma di finanziamento. Tra i principali possiamo menzionare:

  • È un prestito non finalizzato. Non è necessario fornire alcuna giustificazione sul modo in cui il denaro ottenuto verrà speso. Che si tratti dunque di una spesa per migliorare la propria formazione, per integrare i mezzi informatici a disposizione, o più semplicemente per un weekend o un viaggio, non importa. Qualsiasi sia il progetto, sarà possibile realizzarlo. Anche il consolidamento prestiti è possibile con la cessione del quinto per insegnanti. In questo caso la somma di denaro viene richiesta proprio per estinguere altri finanziamenti in corso, ed ottenere un’unica rata di importo inferiore alla somma delle altre rate pagate.
  • La durata del finanziamento. La cessione del quinto per insegnanti può essere richiesta per una durata massima di 10 anni. Questo significa che moltiplicando il 20% della propria busta paga, per la durata massima possibile, il capitale richiedibile è piuttosto buono.
  • Tasso e rata costanti. Con la cessione del quinto per insegnanti, oltre ad accedere a tassi agevolati rispetto alla media del mercato, si ha la sicurezza che questo non cambierà mai. Questa caratteristica, unita al fatto che l’importo della rata sarà per sempre corrispondente al 20% dello stipendio, restituisce una certa sicurezza. Tra l’altro, proprio perché banche, società finanziarie, e istituti di credito, giudicano questa forma di prestito molto sicura, quindi con un rischio d’insolvenza molto basso, il tasso d’interesse sarà inferiore a quelli applicati sul mercato in quel preciso momento.

I vantaggi della cessione del quinto: anche per cattivi pagatori

A differenza di altre forme di finanziamento, la sicurezza data dalla busta paga consente all’istituto erogante di avere sufficienti garanzie. In altri casi invece potrebbe essere richiesta la presenza di un garante, piuttosto che un immobile da ipotecare, o altro ancora.

Questo è un vantaggio da non trascurare assolutamente. La cessione del quinto per insegnanti è richiedibile anche da chi è stato segnalato alla Centrale Rischi come cattivo pagatore. Il motivo è, come detto, che la busta paga è la migliore garanzia.

Cessione del quinto per insegnanti: come e quanto richiedere

Ricorrere alla cessione del quinto, per gli insegnanti significa che l’ottenimento della somma di denaro avverrà in tempi piuttosto brevi, e senza che siano richieste particolari formalità. A differenza di altre forme di finanziamento infatti, la pratica non soggiace ad adempimenti complessi. Per richiedere la cessione del quinto ed avviare la pratica infatti, sarà sufficiente presentare l’ultima busta paga.

Come anticipato, anche l’importo massimo richiedibile è di tutto rispetto: 75.000 euro. L’ottenimento del prestito tra l’altro, non è subordinato a limiti di età rigorosi. In altre parole, quei docenti che hanno un contratto a tempo indeterminato, potranno richiedere la cessione del quinto se hanno un’età compresa tra i 18 e gli 83 anni. Il limite massimo è decisamente più alto rispetto ad altre forme di prestito, che solitamente lo pongono a 75 anni.

La cessione del quinto per insegnanti è annoverato tra i diritti del lavoratore, quindi il datore di lavoro non può rifiutarsi di concederlo. Un ultima precisazione riguarda le dimissioni volontarie del docente durante il periodo di ammortamento del prestito: in questo caso sarà il TFR maturato a fare da garanzia.

, ,

About Redazione interna

La nostra redazione è formata da esperti di settore, Web editor, Copywriter e Social Media Manager. L’obiettivo di questo sito è quello di riportare news e aggiornamenti su argomenti come Prestiti, Cessione del quinto, Mutui, Finanziamenti, Bonus fiscali, Prestiti tra privati.
View all posts by Redazione interna →