Prestiti per pensionati, cosa sono e come richiederli

I prestiti per pensionati sono una particolare tipologia di finanziamento dedicato solo a coloro che percepiscono una pensione. Vediamo cosa sono e come funzionano.

Come è facile intuire dal nome, i prestiti per pensionati sono strumenti offerti ad un particolare pubblico. Infatti banche e finanziarie concedono questi finanziamenti solo a coloro che ricevono una pensione. Normalmente sono erogati abbastanza facilmente, proprio perché la pensione viene considerata un reddito sicuro.

Chi richiede il prestito infatti non dovrebbe avere problemi a restituire l’importo di denaro ricevuto. Vediamo quindi di capire quali sono i modi migliori per richiedere un prestito per pensionati e come funzionano.

Prestiti per pensionati e cessione del quinto

La vita media delle persone si è gradualmente allungata e di conseguenza anche la voglia di mantenersi attivi. Proprio per questo motivo banche e istituti di credito hanno deciso di creare dei prestiti ritagliati e dedicati i pensionati. Una delle modalità più diffusa per richiedere questo tipo di finanziamento è la Cessione del quinto, che è molto più semplice da ottenere per gli anziani.

Infatti come garanzia verrà indicata la pensione di chi ha richiesto il prestito. Inoltre, un aspetto vantaggioso di questa modalità, è che le rate di rimborso del prestito non potranno mai superare il quinto delle entrate mensili. Questo rende la cessione del quinto per i prestiti per pensionati una soluzione sicura e veloce per chi ha bisogno di liquidità. Inoltre la rata verrà direttamente trattenuta dalla pensione mensile ricevuta, rendendo la transazione ancora più comoda.

In generale possiamo dire che la durata massima di un prestito per pensionati con la cessione del quinto può durare al massimo 10 anni. Anche le formule di rateizzazione sono molto flessibili e vanno da 24, fino a 120 mesi e possono beneficiarne anche i protestati o i cattivi pagatori. In ogni caso per poter richiedere questo particolare tipo di prestito è necessario:

  • Avere un’età massima di 79 anni
  • Essere un pensionato INPS e quindi un ex dipendente di aziende private, statali o parastatali

Sono invece esclusi dai prestiti per pensionati con cessione del quinto coloro che percepiscono pensioni sociali, d’invalidità, sostegni al reddito, pensioni privilegiate, con contitolarità. Ma anche risparmiatori che ricevono assegni per prestazioni di esodo o assegni per il nucleo familiare.

Quali documenti servono?

Per poter richiedere un prestito per pensionati con cessione del quinto i documenti necessari sono i seguenti:

  • Documento d’identità valido
  • Ultimo cedolino della pensione
  • Codice fiscale
  • Comunicazione di cedibilità dell’INPS

Bisogna ricordare che una volta che verrà firmato il contratto, questo sarà notificato all’ente previdenziale a cui il richiedente è iscritto. Inoltre tra i costi fissi di un prestito per pensionati con cessione del quinto troviamo gli oneri e le spese di istruttoria.

Prestiti per pensionati
Prestiti per pensionati

Per quello che riguarda interessi e costi dell’assicurazione sulla vita, questi cambiano in base all’istituto di credito a cui i richiede il prestito. In ogni caso l’assicurazione sulla vita è obbligatoria poiché copre il rischio di morte del pensionati nel caso in cui non dovesse estinguere il debito.

INPS e prestiti per pensionati

Un’altra tipologia di prestiti per pensionati sono quelli offerti dall’INPS. L’Istituto infatti ha creato delle soluzioni di credito dedicate a tutti i pensionati iscritti alla gestione Diendenti Pubblici. Questo particolare tipo di finanziamento è erogato dall’Inps (o ex Inpdap) o da banche e finanziarie con cui l’INPS ha delle convenzioni. I prestiti per pensionati dell’INPS si dividono in due categorie:

  • piccoli prestiti INPS
  • o prestiti pluriennali

Nel primo caso è prevista l’erogazione di cifre più piccole e tempi di restituzione più brevi, di solito da 1 a 4 anni. Per poter richiedere questi prestiti è necessario essere iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, alla Gestione Assistenza Magistrale o essere un ex dipendenti di Poste Italiane.

Se invece si ha bisogno di prestiti di consistenti si può richiedere il prestito per pensionati pluriennale. Questi finanziamenti, a differenza dei precedenti, sono studiati per specifiche necessità come ad esempio traslochi, cure mediche, spese eccezionali o legate alla famiglia.

In questo caso i prestiti sono molto simili nel funzionamento alla normale cessione del quinto poiché la garanzia è offerta dall’istituto di previdenza. Infine esistono anche i prestiti pluriennali:

  • diretti – quando vengono rimborsati con accredito diretto sulla pensione
  • indiretti – se sono erogati da banche o istituti di credito convenzionati con l’INPS

Prestiti online

Un’ultima categoria che si sta diffondendo sempre di più è quella dei prestiti per pensionati online. Si tratta di una soluzione molto semplice e pratica, dedicata a tutti quei pensionati più tecnologici, che consente di accedere a finanziamenti a condizioni agevolate.

Infatti banche ed istituti di credito applicano interessi e condizioni differenti, e normalmente più vantaggiose, alle offerte reperibili online. Per questo motivo è sempre meglio informarsi prima di sottoscrivere qualsiasi contratto.

,

About Davide

Copywriter per passione e, soprattutto, per lavoro. Scrivo articoli su diversi blog di settore su argomenti come Prestiti, Cessione del quinto, Mutui, Finanziamenti, Bonus fiscali, Prestiti tra privati e molto altro.
View all posts by Davide →