Finanziamento auto: requisiti e garanzie per chiedere il prestito

Gli istituti di credito o le società finanziarie, prima di approvare una richiesta di finanziamento, valutano alcuni specifici requisiti.  In assenza di tali requisiti la banca potrebbe negare il prestito o eventualmente chiedere delle garanzie aggiuntive.

Vediamo insieme la documentazione da presentare per ottenere un finanziamento auto.

: quali requisiti rispettare

Un finanziamento auto è un prestito richiedibile in banca, presso una finanziaria, o direttamente alla concessionaria. 

Per poter ottenere un finanziamento auto non esiste un vero e proprio requisito fisso per quanto riguarda l’entità dello stipendio.  Il rapporto ideale tra la rata e l’importo del reddito netto deve essere inferiore al 35%. Per esempio, possiamo dire che una persona di 35 anni con uno stipendio di 1.500 euro, dovrebbe avere una rata di circa 450 euro.

A prescindere dal soggetto che eventualmente approverà la pratica ed erogherà il prestito però, ci sono alcuni requisiti basilari da rispettare proprio ai fini dell’ottenimento, e per poter quindi essere giudicati come clienti affidabili.

Requisiti fondamentali per richiedere un finanziamento auto

Per richiedere un finanziamento auto i 5 requisiti fondamentali sono:

  • Residenza. Per ottenere un prestito in Italia, è necessario poter dimostrare la residenza nel nostro Paese. Al contrario la cittadinanza italiana non rappresenta un requisito imprescindibile. In questo caso gli istituti solitamente richiedono come prova la copia di un’utenza pagata, come quella elettrica, del gas o telefonica.
  • Età. La fascia di età da considerare per la richiesta di un finanziamento auto è compresa tra i 18 e i 75 anni. Oltre i 75 anni di età, le probabilità di ottenere un prestito diminuiscono sensibilmente, anche se non è comunque una possibilità da escludere.
  • Impiego. La percezione di un reddito derivante da un impiego rappresenta uno di quei requisiti imprescindibili per l’approvazione di una pratica finanziamento auto. Anche la tipologia di contratto riveste un ruolo fondamentale per determinare il profilo del cliente. I dipendenti privati o pubblici con contratto a tempo indeterminato ad esempio, rappresentano sicuramente una categoria meno rischiosa per la banca o l’istituto che concede il prestito. Liberi professionisti con p.Iva e lavoratori atipici al contrario, sono categorie che non possono offrire la medesima garanzia del contratto a tempo indeterminato, e che quindi potrebbero dover presentare ulteriore documentazione.
  • Reddito. L’entità del salario percepito serve per determinare quello che è l’importo massimo delle rate mensili del finanziamento, nonché in molti casi anche l’importo totale richiedibile.
  • Presenza di un garante. Quello del garante non rappresenta un vero e proprio requisito per l’ottenimento di un finanziamento. In determinate situazioni, però, può rivestire un ruolo fondamentale ai fini dell’approvazione della pratica, soprattutto per coloro che sono disoccupati. Con il termine garante si fa riferimento ad una figura che, in caso di insolvenza del debitore, si farà carico del pagamento delle restanti rate previste.

Il punteggio di affidabilità creditizia

Nel momento in cui la banca o la società finanziaria ha raccolto tutta la documentazione necessaria, procederà con la valutazione del profilo del debitore. Incrociando i vari requisiti spiegati precedentemente, si ottiene una sorta di punteggio, che in gergo viene definito credit score. Questo dato descrive in sintesi quella che è la situazione del potenziale contraente, e viene tenuto in considerazione soprattutto nell’ipotesi in cui questo abbia in corso altri prestiti, un mutuo, o sia stato insolvente in passato.

Ad ogni modo, in qualsiasi caso la banca o la finanziaria interrogheranno la “Centrale Rischi della Banca d’Italia”. Si tratta di un database dove sono segnalati eventuali insolvenze del cliente. In alcune situazioni il creditore può decidere di rivolgersi anche a società private come il CRIF, che in questo caso hanno il loro database personale. Tutto questo serve per determinare l’affidabilità del debitore, e scoprire eventuali problemi passati.

Sapere quali siano i requisiti per ottenere un finanziamento auto è molto utile non solamente per la finalizzazione del contratto, ma anche per altri motivi. In prima battuta conoscere come muoversi può consentire di ottenere delle condizioni migliori. In secondo luogo dobbiamo riportare che nel momento in cui una pratica dovesse venir respinta perché il profilo non è stato ritenuto idoneo, i dati della persona verranno registrati nel SIC (banca dati ufficiale) per un periodo di 30 giorni. Ciò significa che per quest’arco temporale, qualsiasi ulteriore richiesta molto probabilmente verrà automaticamente rifiutata.

Intestatario finanziamento e intestatario auto: possono essere diversi?

Nel momento in cui si conoscono i requisiti per ottenere il finanziamento è possibile capire se la pratica andrà a buon fine. Nel caso in cui si fosse consapevoli di non rientrare nei termini di un buon profilo creditizio, è possibile prendere in considerazione delle alternative, come quella che prevede l’intestatario del finanziamento differente da quello dell’auto. Questa è una soluzione spesso adottata da chi non ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Con questo presupposto, la risposta al quesito in oggetto è positiva, ovvero i due intestatari possono essere diversi, a patto però che il contraente richieda un prestito non finalizzato, ovvero non destinato all’acquisto dell’automobile stessa. In caso contrario infatti, il finanziamento sarebbe legato ad un bene in particolare (la vettura) e ad una persona. Attraverso un prestito non finalizzato invece, il contraente ha la libertà di spendere il denaro ottenuto come meglio crede, quindi anche per acquistare un’automobile che verrà successivamente intestata ad un’altra persona, come un familiare o un amico.

, , ,

About Redazione interna

La nostra redazione è formata da esperti di settore, Web editor, Copywriter e Social Media Manager. L’obiettivo di questo sito è quello di riportare news e aggiornamenti su argomenti come Prestiti, Cessione del quinto, Mutui, Finanziamenti, Bonus fiscali, Prestiti tra privati.
View all posts by Redazione interna →